Cosa vedere in provincia di Ancona - Corinaldo
18 Set

COSA VEDERE IN PROVINCIA DI ANCONA

I dintorni di Ancona, una provincia da visitare

Come quasi ogni città d’Italia, la città di Ancona è ricca di bellezze e luoghi pieni di storia e fascino che assolutamente non potete mancare di vedere se vi trovate nella Regione Marche. In caso, però, aveste già visitato a fondo la “città dorica” e vi rimanesse qualche giorno libero in più, cercheremo di darvi un’idea su cosa vedere in provincia di Ancona essendo anche i suoi dintorni altrettanto belli sia dal punto di vista culturale ed artistico che paesaggistico.

La provincia di Ancona: i borghi più belli

I dintorni di Ancona sono pieni di cittadine molto suggestive come, ad esempio, Jesi che è il terzo centro più grande della provincia. Qui potrete vedere l’imponente cinta muraria del XV secolo e i vari edifici storici come il Palazzo della Signoria o il Teatro Pergolesi, intitolato all’omonimo compositore jesino. Anche Loreto vale la pena di essere visitata non solo per il famoso Santuario di pellegrinaggio ma anche per la Piazza della Madonna che si apre al termine dell’asse principale del borgo come un vero e proprio spazio monumentale attorno al quale si dispongono i massimi capolavori architettonici di Loreto: la Basilica della Santa Casa a cui collaborarono, tra gli altri, anche Bramante e Vanvitelli, il Palazzo Apostolico, la barocca Fontana Maggiore ed il monumento a Papa Sisto V. Potrete fare un giro ad Offagna, con la bella Rocca e il centro medievale ben conservato. Anche a Corinaldo potrete vedere le mura medievali, le più lunghe ed integre presenti nelle Marche oppure vi consigliamo una gita alle grotte di Frasassi, grotte carsiche sotterranee che si trovano nel territorio del comune di Genga, famose in tutta Italia.

cosa vedere in provincia di Ancona

Le grotte di Frasassi

La provincia di Ancona: le località di villeggiatura

La riviera del Conero, in provincia di Ancona, è famosa anche per le numerose località marine ben organizzate e il mare limpido. Le spiagge sono spesso di ciottoli o rocciose ma ce ne sono alcune, come la spiaggia del Trave a Portonovo, che sono sabbiose. Proprio Portonovo è uno dei centri da visitare, con la sua baia incastonata tra il Monte Conero e i calanchi di creta che digradano fino all’arenile. Nella zona segnaliamo la Chiesa di Santa Maria di Portonovo, la settecentesca Torre di Guardia ed il Fortino Napoleonico. Molto carina Numana, con il suo borgo di pescatori e la sua caratteristica scalinata detta “Costarella” e Sirolo, conosciuta come “Perla del Conero” per il suo mare cristallino ed il borgo medievale a picco sul mare; infine, di origine picena e poi controllato dai Romani, il borgo di Camerano conserva importanti vestigia storiche ed artistiche risalenti, anch’esse, ai tempi del Medioevo. Vi suggeriamo di visitare la Chiesa di San Francesco (1215) e il sottosuolo della città, dove un intricato labirinto di oltre 1 km vi riporterà indietro nella storia fino all’epoca pre-cristiana.

 

Cosa vedere in provincia di Ancona

Un vicolo di Sirolo

 

Leave a Reply