EREMO DI SANTA MARIA INFRA SAXA
30 Mar

EREMO DI SANTA MARIA INFRA SAXA

EREMO DI SANTA MARIA INFRA SAXA

Continua il nostro viaggio alla scoperta degli eremi marchigiani, oggi scopriremo l’eremo di Santa Maria Infra Saxa, un vero gioiello, immerso nella natura incontaminata, all’interno del Parco Naturale della Gola Rossa e di Frasassi, che come tutti sanno è famosa per le grotte, quindi se vi trovate da quelle parti non perdete l’occasione per scoprire qualcosa di nuovo ed affascinante.

L’Eremo si trova in una gola scavata dal Sentino, ma non c’è solo l’eremo, c’è anche una cappella, sempre dedicata a Santa Maria Infra Saxa, i due edifici hanno stili diversi ma comunque perfettamente integrati nel paesaggio.

Storia 

Non vi è certezza sulla fondazione dell’eremo ma è certo che era già noto intorno all’anno 1000, quello che invece è certo è che l’eremo nasce come monastero di clausura per monace benedettine, ci sono accenni storici ad altre strutture dell’epoca nella zona ma oggi se ne è persa traccia, e nulla di ciò che fu è rimasto visibile.

Tempietto di Valdier

Tempietto di Valdier

La parte più affascinante, nel visitare il luogo, è senza dubbio il silenzio che avvolge tutta l’area, che lo rendeva ideale per la meditazione e la preghiera. Certo anche il paesaggio fa la sua parte e contribuisce a rendere la visita ancora più affascinante.

Ma le sorprese non sono finite, dirigendosi verso la cappella di Santa Maria infra Saxa, possiamo incontrare il Tempietto di Valdier, realizzato nel 1828 per volere di Leone XII. Lo stile neoclassico incastonato nella roccia lo rende veramente un posto unico ed inimitabile. All’interno poi c’è anche una bellissima statua del Canova, La vergine con Bambino, un vero capolavoro della scultura neoclassica.

 

Leave a Reply