Castello di Rocca Priora
28 Ott

IL CASTELLO DI ROCCA PRIORA | ANCONA

Circondato dal mare Adriatico, il comune di Ancona ed il fiume Esino è possibile incontrare uno dei castelli più belli delle Marche: il castello di Rocca Priora noto anche come  Rocca di Fiumesino.

Mantenutosi in ottimo stato di conservazione, il castello di Rocca Priora venne edificato probabilmente al termine del 1100 come fortezza a scopo militare, ma tradizione vuole che esso fosse anche un omaggio per la nascita di Federico II di Svevia.

Innalzato in uno dei punti strategici di passaggio delle antiche vie per la difesa del territorio settentrionale di Ancona e per la tutela dei traffici sul mare, il castello di Rocca Priora mantenne simile scopo sino al 1757, data in cui la Chiesa cedette la costruzione al Marchese Francesco Trionfi, che ne cambiò totalmente lo scopo rendendola villa signorile e bonificando la campagna circostante.

Visto dall’alto, sino a quel momento, il castello di Rocca Priora aveva un perimetro simile al castello di Falconara: rettilineo nella parte posteriore, verso il mare, e curvilineo nella parte anteriore. Questa particolare forma era intervallata da quattro torri, la più massiccia delle quali, il mastio, si ergeva al centro del lato posteriore. Di dimensioni inferiori erano le due torri che si trovavano nella parte  nord-ovest (verso Senigallia) e a sud del castello. Al centro della parte curvilinea, infine, vi era un quarto torrione che difendeva il ponte levatoio e l’unica via di accesso alla corte. Nella trasformazione che il Marchese Trionfi adoperò, anche questo aspetto del castello di Rocca Priora venne in parte a modificarsi andando ad innalzare, tra la torre centrale e quella a nord-ovest, quattro piani ad uso di abitazioni. Costruendo nel mastio quattro ampie sale a volta sovrapposte, ed innalzando la torre di nord-ovest perché raggiungesse l’altezza del mastio.

Queste modifiche strutturali, ed altri lavori di architettura, non hanno tuttavia fatto perdere al castello di Rocca Priora la sua una singolare pianta ellittica, le sue mura merlate, la torre maestra che punta a nord-ovest e la torre d’ingresso sormontata da uno stemma nobiliare, visibili ancora oggi.

Nel tempo inoltre, soprattutto dal dopoguerra, le parti esterne del castello di Rocca Priora, sono sempre aperte al pubblico. I giardini del castello sono liberamente visitabili. Il suo ingresso e la corte fanno da fondale alle foto di numerosi eventi e tante sono le manifestazioni artistiche e culturali che si svolgono nella corte della Rocca.

Un esempio può essere l’evento volto a scoprire la storia e l’architettura del castello di Rocca Priora svoltosi nel mese di settembre.  Simili appuntamenti consentono a chi voglia visitare questa meravigliosa struttura di conoscere la storia e le vicende legare a questo castello degustando prodotti locali. La guida turistica vi permetterà quindi di addentrarvi all’interno di questa costruzione, visitando, oltre i giardini, la cappella settecentesca, la stanza dell’orologio nella torre panoramica e i camminamenti sulle mura merlate.

Leave a Reply