13 Mag

LA FAUNA DEL PARCO DEL CONERO, TOP TEN NEL BIRDWATCHING

La Fauna del Parco del Conero, mammiferi, rettili e anfibi

La fauna del Parco del Conero, a dispetto della flora così densa, è molto povera a causa della presenza dell’uomo già da molti anni. Dal 1987, anno in cui il Parco del Conero viene istituito, grazie alle nuove leggi di tutela della fauna, si trovano il capriolo, l’istrice e lo scoiattolo. Tra i mammiferi si annoverano il tasso, il riccio e la volpe. A questi si aggiungono mustelidi come la puzzola, la donnola e la faina o piccoli roditori come il moscardino. Nel 1998 è stato introdotto un altro grande mammifero: il cinghiale. Questo animale probabilmente proviene dai boschi di Cingoli e la sua presenza ha attirato un altro animale, il lupo. Anch’esso costituisce, quindi, parte della fauna del Parco del Conero. Tra i rettili ci sono la lucertola muraiola e quella campestre, l’orbettino, il ramarro e la luscengola. Tra gli anfibi numerosi sono l’ululone dal ventre giallo, il rospo, il tritone crestato e il tritone italiano. Nei laghetti di Portonovo numerose sono le Rane dalmatine e le Rane sculente, questo perché è una zona paludosa piena di libellule. Tra i serpenti il cervone, alcune bisce e il biacco. Tra gli insetti si contano ben 467 specie diverse di farfalle sia diurne che notturne.

La Fauna del Parco del Conero, il birdwatching. 

Fauna del Parco del Conero: Falco Pellegrino

Fauna del Parco del Conero: Falco Pellegrino

La fauna del Parco del Conero è nota in tutta Italia perché secondo la Lipu fa parte della Top Ten dei luoghi in cui fare birdwatching.  I posti migliori sono l’altopiano della Gradina vicino Poggio, Pian Grande visibile dalle rupi del Conero che si affacciano su Portonovo e i laghetti di Portonovo. Solo nell’ultimo decennio sono state contate più di 200 specie di uccelli fra stanziali, svernanti e migratori. Fra gli uccelli stanziali si annoverano la civetta, il barbagianni, l’allocco, il gufo comune e il falco pellegrino. La presenza di questo falco è una presenza rara ed è dovuta ad altri animali che fanno parte della sua dieta presenti nella fauna del Parco del Conero. Fra gli uccelli migratori ci sono l’usignolo, il cuculo, il regolo, il rondone maggiore e il rondone pallido. Questi ultimi due uccelli, a differenza degli altri migratori appena elencati, nidificano nella parte più settentrionale del litorale adriatico. Tutti gli altri sono soliti fare una semplice sosta al Parco. Infine, nei laghetti di Portonovo, ci sono il martin pescatore, la folaga e la gallinella d’acqua. L’unico uccello presente grazie all’uomo nella fauna del Parco del Conero è il fagiano.

Leave a Reply