4 Feb

MACERATA, LUOGHI STORICI E CULTURALI

Macerata. Vi accompagno, oggi, in un tour per la città di Macerata.

Lo Sferisterio: questo teatro all’aperto ha sicuramente una struttura originale, unica nel suo genere. Fu progettatto nel 1823 dall’architetto Ireneo Aleandri. Ha una capienza massima di 2800 persone ed è famoso per la rassegna lirica che vi si svolge ogni anno ” Macerata Opera Festival”. Secondo alcuni noti cantati lirici, è il teatro all’aperto con la migliore acustica.

Il Duomo di San Giuliano:  nota fin dal X secolo, è la chiesa episcopale della diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia. La facciata è rimasta incompiuta; il suo maestoso interno fu progettato da Cosimo Morelli. Tra le varie opere c’è la pala con la rappresentazione di San Giuliano che parla con la Madonna col Bambino per la minaccia della peste. Nel duomo di Macerata vi è l’ organo Gaetano Calligo che risale al 1790.

Museo della Carrozza: venne istituito  nel 1962. Le prime carrozze esposte erano di tipo sportivo; in seguito se ne aggiunsero altre, sia sportive che di servizio. Nel museo della carrozza di Macerata, oltre alle carrozze, potrete trovare anche due carrozzini da bambino risalenti agli anni 20′. E’ possibile anche fare un viaggio virtuale in carrozza, che i più piccoli apprezzeranno di sicuro.

Loggia del Mercanti: situata in Piazza della Libertà. E’ una struttura con portico a tre archi in basso e loggia al piano superiore. Questa opera fu realizzata per Alessandro Farnese, futuro Papa Paolo III.

Museo Palazzo Ricci: Palazzo Ricci si trova in via Ricci nella città di Macerata. Venne costruito nel Cinquecento e il suo aspetto attuale è frutto di un restauro nel Settecento. Negli anni 70′ è diventato di proprietà della Cassa di Risparmio. Ospita una collezione di opere d’arte italiane del 900′.  Si trovano, tra le altre opere, Ritratto di donna di Boccioni, le Muse inquietanti di De Chirico, La piovra di Gino Bonichi detto Scipione, dipinti di Mafai, del gruppo Corrente, di Lucio Fontana, di Guttuso e Burri.

Leave a Reply