parco colle celeste
22 Dic

PARCO COLLE CELESTE | PROVINCIA DI ANCONA

Il Parco Colle Celeste, che sorge a pochi passi dal centro storico, su un’altura conosciuta in precedenza con il nome di Colle Bellavista, nella parte orientale di Maiolati Spontini, deve il proprio nome ad una delle più grandi dichiarazioni d’amore di tutti i tempi. Infatti, il parco, è stato così ribattezzato in onore della moglie di Gaspare Spontini, celebre musicista e compositore marchigiano, Celeste Erard.

Qui i Frati Camaldolesi dell’Eremo delle Grotte di Cupramontana si erano già stanziati tra il 1600 e il 1700, e vi avevano iniziato la costruzione del nuovo Eremo notandone la splendida posizione e vista di cui si godeva.

Qui, su una superficie di metri quadrati 5264, vi attende un cancello che segna l’ingresso ad un meraviglioso viale alberato, che negli anni ha subito alcune modifiche, pur senza intaccare l’atmosfera suggestiva e romantica del luogo.

Il progetto di realizzazione del Parco Colle Celeste comprendeva inizialmente una serie di “stanze” con diverse ambientazioni, che facesse di questo luogo una sorta di parco europeo. Anche le dimensioni del Parco Colle Celeste erano ben diverse dalle attuali, infatti esso avrebbe dovuto occupare l’intera Contea di Sant’Andrea, di cui Gaspare Spontini era conte e quindi proprietario. Inoltre era stata prevista la realizzazione di un tempietto aperto a foggia greca con colonnato, ma nel 1858, Celeste Erard, ispirata da un monumento visto a Plombiéres, decise di erigere, al posto del tempio, una statua dedicata alla Vergine fatta provenire da Lione. All’interno del Parco Colle Celeste, l’immagine di Maria doveva proteggere tutti i paesi e Maiolati in particolare.

Il Parco Colle Celeste sorse quindi su di un’area completamente ridisegnata per accogliere questa statua, furono piantati nuovi alberi ed arbusti, fu completato l’Ospizio e fu innalzato, in soli due mesi, il monumento alla Madonna.

La statua, alta 2 m e 15 senza piedistallo, fu inaugurata alla presenza di Celeste il 19 settembre 1858, mentre all’interno del museo Spontini, oltre agli spartiti e i manoscritti del celebre compositore, sono conservati alcuni disegni che illustrano il progetto dell’architetto per la realizzazione del tempietto.

Luogo ideale per una passeggiata immersa nella natura o dove trascorrere una “giornata fiabesca” con i vostri bambini il Parco Colle Celeste, ad oggi, è luogo di manifestazioni come concerti, spettacoli teatrali e serate musicali.

Foto @www.flickr.com/photos/torebue

Leave a Reply