terme nelle marche
12 Dic

TERME NELLE MARCHE

Con i suoi 180 km di coste, le sue spiagge bellissime sul Mar Adriatico, i suoi monumenti, le città d’arte, questa regione non poteva mancare di ciò che, sempre più spesso, incrementa il turismo di tutte le stagioni: parliamo di terme nelle Marche. Luogo ideale dove rilassarsi e ritemprare sia lo spirito che il corpo, le terme nelle Marche, sono numerose, visti gli altrettanti numerosi corsi d’acqua tra loro paralleli, che scorrono all’interno di questa terra fra le sue catene montuose, sino a ridiscendere nell’Adriatico. Ed in questo percorso, fra cascate e rapide, segnano il territorio con impressionanti forre e spettacolari gole, con la loro acqua pura e limpida, oppure calda e fangosa, ricca di preziose sostanze minerali. Taltolta questi fiumi si inabissano e sfogano la propria forza sottoterra, dando luogo alle Grotte di Frasassi, oppure formando piscine naturali, come nelle Grotte di Acquasanta Terme, dove l’azione solvente del Tronto provoca una fuoriuscita di acqua solforosa a 38° C utilizzata fin dall’epoca romana per bagni, fanghi e terapia sudatoria. Per tale motivo, non ci stupisce, se il turismo marchigiano ha fatto del termalismo una vera e propria mission del benessere o fitness. L’obiettivo delle terme nelle marche è infatti quello di avvicinare la persona alla natura, privilegiando un modo di vivere sano.

Terme nelle Marche: quali visitare?

Iniziamo il nostro viaggio fra le terme nelle Marche con Montegrimano Terme, anticamente conosciuta come “Castrum Montis Grimani”. Situate in Provincia di Pesaro e Urbino, Montegrimano Terme si trova a circa 600 metri sul livello del mare. Con la sua aria purissima, un clima dolce e temperato e la quiete che solo l’unione fra mare e montagna possono donare, questa città era già nota fra le terme nelle Marche sin dall’epoca romana. Numerose sono, infatti, i riferimenti nel tempo a questo luogo presenti in opere importanti che attestano le benefiche proprietà delle acque. Abbiamo poi Acquasanta Terme citata da Tito Livio e molto frequentate nell’antichità. Carlo Magno stesso, in viaggio per raggiungere Roma e la corte papale, vi soggiornò per alcuni giorni. Situate tra Fano e Pesaro, a pochissimi chilometri dal mare ed immerse in un meraviglioso parco naturale, abbiamo poi le Terme di Carignano. Le proprietà benefiche delle acque che vi sgorgano hanno fatto di queste terme nelle Marche un punto di riferimento per quanti abbiano il desiderio di trarre il massimo beneficio dalle molteplici qualità di queste acque sulfuree, a stretto contatto con la natura. Abbiamo poi Aspio Terme, con la sua panoramica posizione che la vede collocata fra il monte Conero ed il colle di Camerano, oppure la località di San Vittore delle Chiuse a Genga che da vita anche al complesso delle Palme. Una piccola ma preziosa stazione termale, nota per le proprietà terapeutiche delle sue acque solfuree lievemente radioattive. Fra le terme nelle Marche non poteva mancare il Complesso Termale di S. Lucia. Posto a ridosso di un fitto bosco secolare e dotato di zone riposo e aree attrezzate per il gioco dei bambini, in questo luogo sono presenti tre tipologie di acque dalle proprietà terapeutiche: l’Acqua Salsobromoiodica e l’Acqua Solfurea di Rofanello, per la cura delle malattie otorinolaringoiatriche, ginecologiche e dell’apparato respiratorio; e la Mediominerale Bicarbonato Calcica della Sorgente S. Lucia, per la cura delle malattie delle vie urinarie. Poste nel suggestivo versante nord- est dei Monti Sibillini, abbiamo infine le terme di Sarnano.

Leave a Reply