Sentieri del Conero: il Sentiero della Vedova
1 Mag

IL SENTIERO DELLA VEDOVA | CONERO

Sentieri del Conero: il Sentiero della Vedova

Quando si parla di spiagge molto conosciute e facili da raggiungere, sia in auto che a piedi, sembra tutto piuttosto semplice, ma se invece ci si vuole cimentare in qualcosa di più impegnativo bisogna accertarsi che le indicazioni ricevute siano inequivocabili e corrette. A questo bisogna fare attenzione, ad esempio, nel caso in cui si voglia raggiungere la spiaggia tramite il sentiero della Vedova. Subito dopo l’abitato di Pietralacroce, al Km 2.00 della strada provinciale del Conero in direzione Sud, in località La Vedova, inizia un sentiero un sentiero; in realtà i sentieri che partivano dall’abitato della Vedova erano due e tutti e due si imboccavano passando in mezzo a due recinzioni, solo che oggi uno è chiuso e l’altro è ancora aperto anche se seminascosto. Una volta imboccato il sentiero della Vedova, quello percorribile, si discende lungo un prato e successivamente lungo un’ampia valle, dopodiché si abbandona questa valle per percorrere una ripida discesa dalla quale si può godere di un incantevole panorama da cui ammirare tutta la costa nord, prima di arrivare fino alla spiaggia della Vedova. La riva è rocciosa ed in gran parte sotto il livello del mare, a nord si trova la spiaggia della Vena che è formata da piccoli ciottoli, mentre a sud la spiaggia è costituita da massi più evidenti.

Il Sentiero della Vedova: l’itinerario

Si può percorrere il Sentiero della Vedova solamente a piedi, impiegandoci circa un’ora tra andata e ritorno, considerando che il tipo di percorso non è eccessivamente facile e abbastanza scosceso, quindi sconsigliato a chi ha problemi di mobilità o bimbi piccoli al seguito…oppure a quelli troppo sovraccarichi di “suppellettili da villeggiante” quali ombrelloni, sdraio ecc. Percorrendo il Sentiero della Vedova si passa attraverso una vegetazione ricca di piante caducifoglie e di canne mentre la spiaggia, di sassi e ciottoli, è completamente selvaggia e priva di stabilimenti o bar e costituisce l’ultimo tratto della costa anconetana con le tipiche grotte.

Leave a Reply